Per una nuova passione politica

CRISTIANO SOCIALI

Da credenti nella sinistra

Storia dei Cristiano Sociali 1993-2017
di CARLO FELICE CASULA, CLAUDIO SARDO, MIMMO LUCÀ
il Mulino – Acquista il libro

Il libro ricostruisce la presenza e il ruolo del Movimento dei Cristiano Sociali, attivo dal 1993 al 2017, nella vita politico-istituzionale e culturale-religiosa italiana. I padri del movimento, Ermanno Gorrieri e Pierre Carniti, con il contributo di personalità come Carlo Alfredo Moro e Pietro Scoppola, intesero offrire uno sbocco politico nuovo a una presenza sociale e civile di credenti prevalentemente impegnati in organizzazioni come la CISL, le ACLI, l’Azione cattolica, l’AGESCI, la Confcooperative e nel mondo del volontariato. Dopo la scelta di campo per i Progressisti, alle elezioni del 1994, che comportò una rottura con il centro cattolico allora equidistante dalle coalizioni di destra e di sinistra, i Cristiano Sociali hanno partecipato da protagonisti all’esperienza dell’Ulivo e hanno contribuito alla costruzione dei Democratici di sinistra. In Parlamento, nelle amministrazioni locali e nella società hanno svolto un importante ruolo sui temi della pace, del lavoro, delle politiche sociali, della sussidiarietà, dello sviluppo del Terzo settore, della famiglia. Le loro posizioni sui temi eticamente sensibili, sui diritti civili, sulla libertà religiosa, sulla laicità della politica hanno animato il confronto pubblico, divenendo talvolta ponti. Hanno dato infine un apporto significativo alla fondazione e al consolidamento del Partito democratico, dai Cristiano Sociali sempre pensato come casa comune dei riformisti, nella quale far fruttare ricchezza di culture e di storia, di risorse umane e di sensibilità. Conseguito lo scopo dell’unità dei riformisti, è maturata la decisione di sciogliere il movimento politico organizzato, per proseguire fino al 2017 come associazione di cultura politica.

Carlo Felice Casula è professore emerito di Storia contemporanea nell’Università degli Studi Roma Tre, dove insegna Storia del lavoro e Storia sociale. I suoi studi riguardano la storia politica, sociale e religiosa dell’Ottocento e del Novecento, con particolare attenzione all’Europa, all’Italia, alla Sardegna e alla Santa Sede.

Claudio Sardo, giornalista, ha iniziato la professione a «Paese Sera», è stato cronista parlamentare del «Messaggero», del «Mattino» e dell’agenzia Asca. Ha diretto «l’Unità» dal 2011 al 2013. In precedenza era stato direttore del settimanale delle ACLI, «Azione sociale». Dal 2015 lavora presso la Presidenza della Repubblica con compiti di studi e ricerche.

Mimmo Lucà è stato Coordinatore nazionale dei Cristiano Sociali, dal 2003 al 2017. Si è formato nelle ACLI di cui è stato Vicepresidente. Parlamentare per diverse legislature fino al 2013, ha ricoperto la carica di Presidente della Commissione Affari sociali (2006-2008) e di Segretario dell’Ufficio di Presidenza della Camera (2008-2013). È stato membro della Direzione del Partito democratico.

Indice

Prefazione Romano Prodi
Introduzione Carlo Felice Casula

PARTE PRIMA. IL DIFFICILE PERCORSO DI UN MOVIMENTO DI FRONTIERA
CARLO FELICE CASULA

I. La fondazione e gli anni delle origini
II. Per l’Ulivo e con l’Ulivo. Dal PDS ai DS
III. Verso il Partito democratico

PARTE SECONDA. IDEE E BATTAGLIE CHE NON SONO FINITE

«Salvare il carico» sulla nave dei democratici
CLAUDIO SARDO

1. Nel grande cambiamento.
2. La stagione dell’Ulivo.
3. Il Partito democratico e la grande crisi.

Una storia coraggiosa con l’esito ancora aperto
MIMMO LUCA’

1. Da cristiani nella sinistra.
2. L’uguaglianza dimenticata.
3. I contenuti e le battaglie del riformismo cristiano.
4. La laicità e le sfide della bioetica.
5. Le resistenze a un partito davvero plurale.
6. Il progetto del PD, le ambizioni, le difficoltà.
7. Il testimone che lasciano i Cristiano sociali.

Indice dei nomi

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25 ottobre 2019 da con tag , , , , , , , , .